New Global System

Acqua

L'ACQUA FONTE DI VITA

Il nostro corpo è per il 60% costituito da acqua, percentuale che sale ad 80% nei lattanti. E' quindi il nostro elemento vitale, più importante e non solo perché siamo soprattutto formati da tale sostanza.
L’acqua, infatti, facilita la digestione, apporta sali minerali, costituisce l’ambiente ideale per gli scambi metabolici e aiuta il trasporto dei nutrienti e lo smaltimento delle scorie. Ma l’acqua deve essere sempre reintegrata perché ne perdiamo circa due litri al giorno attraverso la sudorazione, l’urina e la respirazione. Ognuno di noi dovrebbe bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno per reintegrare i liquidi persi.
Benchè l’acqua distribuita dagli acquedotti sia di qualità "potabile", ossia innocua per i normali usi alimentari, sono sempre più spesso i consumatori a dover avanzare riserve o lamentele sulla qualità dell’ acqua fornita.

RUBINETTO O BOTTIGLIA?

La prima grande differenza tra le acque è tra quella che esce dai rubinetti delle nostre case e quella imbottigliata. La prima, comunemente chiamata 'acqua potabile' viene prelevata da falde acquifere in superficie ed è soggetta, proprio per questo motivo, a trattamento antibatterico per renderla pura. Inoltre, per arrivare ai rubinetti, quest’acqua deve compiere un lungo viaggio nelle tubature cittadine, il che non può che aumentare i dubbi sulla sua purezza.

L’acqua minerale, cioè quella in bottiglia, proviene da falde acquifere sotterranee, è batteriologicamente pura e non può essere sottoposta a trattamenti di nessun tipo.
Ovviamente, un’altra grande differenza tra i due tipi di acqua è quello relativo al costo. L’acqua del rubinetto costa in media circa 0,001 euro a litro a fronte dei circa 26 centesimi di euro delle acque minerali.
Allora perché molti consumatori scelgono l’acqua imbottigliata nonostante tutto? In molte città, è la sfiducia nella purezza dell’acqua del rubinetto che porta ad un consumo spropositato dell’acqua imbottigliata. E' anche vero però che non è raccomandabile utilizzare sempre lo stesso tipo o la stessa marca di acqua, ma bisognerebbe variare per un apporto diversificato dei sali minerali.
Per chi beve acqua del rubinetto: se pensate che l’acqua della vostra città contenga troppo cloro (aggiunto per mantenere una certa purezza dell’acqua), installate sotto il rubinetto un impianto ad osmosi inversa che vi permetterà di avere un’acqua straordinaria sotto tutti i punti di vista e che potrete tarare a vostro piacimento.

 

I nostri prodotti per il trattamento delle acque:

  • Impianti domestici ad osmosi inversa e Microfiltrazione;
  • Impianti domestici di potabilizzazione (pozzi, falde acquifere, acque di dubbia provenienza);
  • Addolcitori;
  • Impianti industriali.

OSMOSI INVERSA
L'osmosi inversa è un procedimento semplice ed economico per purificare l'acqua da impurità di varia natura. Questa tecnica sfrutta le potenzialità di una membrana semipermeabile, ad esempio un film cellulosico, che si lascia attraversare dal solvente (nel nostro caso l'acqua) ma non dai soluti (impurità).

 

MICROFILTRAZIONE

I depuratori a microfiltrazione (spesso comunemente identificati come depuratori) rimuovono le particelle solide eventualmente presenti nell’acqua facendole passare attraverso una membrana microporosa.
Il principio di questi depuratori è molto simile a quello dei depuratori ad osmosi inversa, ultrafiltrazione e nanofiltrazione da cui differisce quasi esclusivamente per le dimensioni delle particelle trattenute.
I depuratori a microfiltrazione sono l’ideale per rimuovere il sapore e l’odore del cloro e molte sostanze estranee eventualmente presenti nell’acqua ad esclusione dei Sali minerali.

 

 

 

ADDOLCITORI

Funzionano con l’utilizzo delle resine alimentari a scambio ionico, che hanno la proprietà di assorbire l’eccessiva quantità di sali di calcio e magnesio presenti nell’acqua.

L’apparecchiatura per un perfetto funzionamento va alimentata con acqua fredda, limpida ed esente da ferro.
In tali condizioni le resine hanno una durata media di 10 anni.

L'automatismo per la rigenerazione delle resine del depuratore è comandato elettronicamente e garantisce un costante addolcimento dell’acqua, assicurando così una sicura prevenzione delle incrostazioni calcaree e dei danni che aumentano i consumi energetici e i costi di manutenzione degli impianti.